Home»IN EVIDENZA»Le 10 pubblicità più viste su YouTube nel 2015

Le 10 pubblicità più viste su YouTube nel 2015

2
Shares
Pinterest Google+

Pochi giorni fa, Google ha pubblicato la lista delle 10 pubblicità più viste su YouTube nel 2015.

Partirò da quello che è dato per assodato: la video advertising online è in forte crescita, soprattutto da mobile. Se si confrontano i dati del 2014 con quelli dell’anno corrente, le views sono passate da 425 Milioni a 470 e circa due terzi sono ricollegabili a un dispositivo mobile.

Secondo dato interessante: sono soprattutto i Millennials a guardare le pubblicità su YouTube. Questo indirettamente conferma l’assunto per cui i Millennials guardano meno contenuti sulla tv lineare, ma più contenuti in generale rispetto al passato, grazie alla crescita dello streaming e dell’on-demand.

Tuttavia, credo sia sbagliato considerare come due universi distinti e separati televisione e YouTube; del resto basta osservare la classifica per rendersene conto. Infatti, al primo posto, manco a dirlo, si trova una pubblicità che è andata in onda durante il Super Bowl: dura un minuto, ha più di 82 Milioni di visualizzazioni e parla di Clash Of Clan. Più in generale, nella top ten ci sono 4 pubblicità che sono andate in onda anche in televisione: la già citata “Revenge” di Clash Of Clan, “Unfollow feat. Leo Messi” di Adidas, “Lost Dog” di Budweiser e “Speech” di Boom Beach’s.

A conferma della complementarità dei due mondi, c’è una ricerca di Google di dicembre che evidenzia quanto sia importante un approccio strategico integrato,come confermato da Kate Stanford, head of global advertiser marketing di YouTube, in un’intervista rilasciata ad AdWeek

Sentiamo dire continuamente dai brand che vogliono capire meglio il ruolo di YouTube per il raggiungimento dei Millennials. Così quest’anno abbiamo fatto qualcosa di nuovo. Abbiamo studiato 3000 campagne pubblicitarie negli USA e analizzato l’impatto sulla reach dei Millennials se parte delle campagne televisive fossero state rimpiazzate da pubblicità su YouTube. Senza spendere un dollaro in più, il 46% delle campagne avrebbe benificiato dalla combo TV e YouTube con un incremento medio del 42% nella capacità di raggiungere i Millennials.

Non solo reach, però. Coloro che vedono le pubblicità su YouTube, in particolar modo quelli che completano tutti e 30 i secondi di video, sono più propensi ad attivarsi rispetto al brand visitando il canale ufficiale, guardando altri video o arrivando addirittura alla condivisione.

La top ten delle pubblicità su YouTube, elegge questa piattaforma come strumento ideale per raggiungere I Millennials e, soprattutto, per attivarli e coinvolgerli. L’integrazione tra TV e YouTube rimane però fondamentale per le campagne pubblicitarie di successo. Soprattutto pensando al nostro paese, in cui, dati Istat alla mano, quasi metà delle famiglie non ha internet. Si tratta, quindi, di rimescolare le “uova nel paniere”, non semplicemente di toglierle da una parte per metterle tutte in un’altra.

Chiudo con una punta di orgoglio nazionale: non si può non citare FanPage.it che ha rappresentato alla grande il nostro paese entrando direttamente nella top ten (mondiale) sfidando dei giganti che hanno potuto contare sulla visibilità di un evento come il SuperBowl.

Il video a cui mi riferisco è ovviamente “Slap Her” (Letteralmente, “Dalle uno schiaffo”). Potete gustarlo qui sotto.

Previous post

Fenomenologia del binge watching

Next post

Gli smartphone uccidono la tv tradizionale? Questione di metriche.